Blog per e-commerce: ecco perché la tua azienda non può assolutamente farne a meno

Creare un blog per vendere di più e più a lungo

Tutti quanti ti avevano detto che ormai la tua azienda non poteva più fare a meno di un e-commerce, e molto probabilmente avevano ragione: uno spazio di vendita online è infatti quanto di meglio possa sfruttare il tuo business per aumentare le sue vendite. Non tutti – anzi, quasi nessuno – ti avevano però avvertito delle difficoltà che avresti potuto incontrare, soprattutto all'inizio, per attirare effettivamente degli utenti sulle tue pagine online: cosa può farsene la tua azienda di quell'immensità che è la rete se i tuoi utenti a target non si accorgono nemmeno dell'esistenza stessa del tuo store online? Certo, puoi investire in advertising e in campagne pay per click. Ma non puoi certo continuare così all'infinito! Quello che ti ci vuole è invece un metodo dinamico, economico, efficace e duraturo per attirare una clientela profilata e possibilmente fedele: insomma, ti serve assolutamente un blog per e-commerce. I risultati, te lo dico fin da subito, possono essere davvero grandiosi, ma solamente se tu sarai in grado di gestire al meglio questo potente strumento di web marketing: per questo motivo, oggi non ti spiegherò solamente perché il tuo negozio online ha bisogno di un blog per e-commerce, ma anche come gestirlo al meglio attraverso l’ausilio di un calendario editoriale e come scrivere dei post capaci di attirare nuovi ed entusiasti clienti. Sei pronto per gettare le basi del tuo piccolo magazine aziendale?
Ecco sei spiazzanti motivi per i quali devi assolutamente avviare il tuo blog per e-commerce
1- Un blog per e-commerce è più efficace e meno costoso dell'advertising classico
Per esperienza, è meglio chiarire subito un concetto base che spesso i neofiti del web marketing tendono a dimenticare: un blog per e-commerce è un potente strumento promozionale, ma non si tratta di un luogo in cui si fa advertising. Lo scopo della creazione di un blog di questo tipo è infatti quello di attirare un maggior numero di clienti senza però bombardarli di pubblicità la quale, come sappiamo fin troppo bene, non è di facile digestione, soprattutto se troppo esplicita. Ed è proprio per questa crescente insofferenza del pubblico nei confronti della pubblicità tradizionale che tutte le aziende si stanno spostando sempre più verso i social media e verso i blog B2C e B2B: nello specifico, un'indagine di HubSpot ha rilevato che i marketer che si impegnano nell'attività di blogging hanno una probabilità 13 volte superiore di avere un ROI positivo. Quindi, questa è la prima ragione per avviare un blog per e-commerce: con questo strumento puoi infatti raggiungere direttamente i tuoi clienti saltando a piè pari i costi – e le delusioni – dell'advertising classico!
2- I motori di ricerca vanno pazzi per i blog
L'avrai già sentito dire mille volte: il tuo miglior amico, se vuoi fare degli affari online, deve essere Google. È lui che decide se posizionare in alto il tuo e-commerce nella propria SERP (ovvero nella pagina dei risultati di ricerca degli utenti) ed è quindi lui, in massima parte, a decretare il destino favorevole o funesto del tuo store online. E sai cosa ti può aiutare per entrare stabilmente nelle grazie di Mister G? Ci sono molte tecniche, certo, ma una delle più sicure e importanti è indubbiamente quella di pubblicare ogni settimana dei contenuti freschi, interessanti e con le giuste parole chiave, è ovvio! Quando Google si accorgerà che i post del tuo blog per e-commerce sono effettivamente pertinenti con il tuo settore e che possono essere effettivamente utili agli utenti della rete, ebbene, da quel punto in poi inizierà la tua effettiva scalata della SERP di Google (ma anche di quella di Yahoo! e di Bing, per nominare solo i principali).
3- Con un blog puoi dare una personalità definita e vincente al tuo brand
Per attirare ed intrigare i clienti, un brand deve avere una spiccata e bene definita personalità. Qualche decennio fa, quanto ovviamente ancora non si parlava di web marketing né tanto meno di blog per e-commerce, avrei potuto citare il cowboy della Marlboro: quale miglior modo per infondere una personalità inconfondibilmente virile ad un prodotto? Oggi, però, le tecniche del marketing sono più eleganti, meno grezze, più sottili.  Hai presente per esempio la personalità che la Dove è stata in grado di costruire intorno al proprio brand? Ebbene, la sua spiccata femminilità non è certo andata ad escludere dal proprio target predefinito il sesso maschile, anzi: le sue campagne marketing sono in grado di rivolgersi con classe e soprattutto efficacia anche agli uomini moderni, sempre più attenti al proprio aspetto ma soprattutto al bene della propria famiglia.
Ti stai domandando come puoi costruire la personalità del tuo brand attraverso il tuo e-commerce? Beh, un ruolo molto importante in questo processo spetterà ovviamente al design del tuo portale. Ma a recitare la parte dei protagonisti in questo senso saranno i contenuti testuali, in primis quelli del tuo blog per e-commerce, i quali - va precisato - possono essere più o meno correlati con i tuoi prodotti in vendita. Quello che conta è infatti creare dei post in linea con l'immagine che vuoi dare al tuo brand: se il tuo e-commerce vende abbigliamento femminile, il tuo blog potrebbe per esempio dispensare i consigli sulle combinazioni e sugli accostamenti, ergendosi nel ruolo di amichevole stilista; se invece il tuo store online vende motoseghe, i tuoi contenuti testuali dovrebbero essere più decisamente tecnici e tendenzialmente virili, come se a battere quelle parole sulla tua tastiera ci fosse davvero un esperto ed infallibile boscaiolo - perché è proprio con lui che i tuoi utenti vorrebbero parlare di motoseghe, no? Attenzione, però: come anticipato, costruire la personalità di un brand attraverso un blog per e-commerce non vuol dire parlare solo ed unicamente dei propri prodotti, anzi. Gli argomenti possono essere i più disparati, con un collegamento anche flebile con la propria vetrina. Pensa per esempio ad un e-commerce che vende materassi: attirerebbe più pubblico un post che parla delle varie altezze dei materassi, o invece un post in cui viene stilata una lista dei migliori libri da leggere a letto prima di mettersi a dormire? Quello che ti voglio far capire, dunque, è che il tuo blog per e-commerce, per essere davvero efficace, non dovrà mai e poi mai essere prodotto-centrico: dovrà invece cercare di andare oltre la monotonia dei classici e sterili blog aziendali, puntando a realizzare dei contenuti in grado di catturare l'attenzione degli utenti e di attirarli in seconda battuta sulle pagine del tuo negozio.
4- Instaurare una vera relazione con i clienti
Il problema degli e-commerce, rispetto ai negozi in mattoni, è che i clienti non si conoscono davvero. Certo, puoi raccogliere alcuni loro dati personali, il loro indirizzo e-mail, e puoi persino conoscere il loro comportamento e le loro preferenze, ma il fascino di una vera e propria relazione è fatalmente perso. O forse no? Un altro buon motivo di aprire un blog per e-commerce risiede nel fatto che con i tuoi post puoi dare dei consigli d'acquisto ai tuoi clienti, cancellando i loro dubbi intorno ai più disparati elementi del tuo settore, così da creare una community di utenti affiatata e allo stesso tempo attiva. Maggiore sarà il livello di engagement della tua comunità online, più volte gli utenti torneranno sulle tue pagine, e maggiore sarà quindi anche il tuo fatturato. E tutto questo grazie ai contenuti mirati del tuo blog per e-commerce!
5- Il fascino del backstage
Sai cosa c'è di ancora più entusiasmante di quello che accade su un palcoscenico? Beh, ovviamente quello che accade dietro le quinte, nel backstage, in quella manciata di metri naturalmente preclusi al pubblico. Un po' per la nostra innata curiosità, un po' per il fascino del proibito, oltrepassare quella cortina anche solo per pochi secondi è un'opportunità che nessuno di noi vorrebbe perdere. Perché, dunque, non sfruttare il tuo blog per e-commerce per regalare ai tuoi clienti più affezionati una breve escursione dietro alle quinte della tua attività? Potresti descrivere loro il processo attraverso il quale i prodotti vengono creati, postare dei video relativi ai test di prodotto dei nuovi lanci, o magari descrivere l'attività quotidiana di tutte quelle persone che stanno dietro al tuo business. Insomma, dai sfogo alla tua fantasia, e fai sentire i tuoi clienti parte integrante della tua avventura!
6- Puoi promuovere i tuoi nuovi prodotti
All'inizio ti ho detto chiaro e tondo che un blog per e-commerce non è il posto giusto per l'advertising. Se ricordi bene, però, ho parlato anche della pubblicità troppo esplicita. Redarre un post per il tuo blog in cui non fai altro che riportare la scheda di un tuo prodotto seguita da una brillante call to action 'Acquista ora!', insomma, non è di certo un utilizzo razionale di questo spazio. Ma non vuol certo dire che non puoi promuovere la tua merce: un blog per e-commerce può infatti essere il luogo perfetto per il lancio dei tuoi nuovi prodotti, a patto che tu sia in grado di trasformare questo lancio in un evento anche per i tuoi clienti. Presentando in anteprima ai tuoi clienti i tuoi nuovi prodotti con dei post del tipo 'Ecco la nostra nuova piastra arriccia capelli: scopri tutto quello che può fare per il tuo nuovo look!' darai al pubblico una buona dose di attenzione, predisponendolo così all'acquisto.